Sanificazione di asili e case di riposo. Perché è importante contattare un professionista.

Asili e residenze per anziani: due luoghi apparentemente agli antipodi, ma con molte caratteristiche in comune e in cui la pulizia e l’igienizzazione degli ambienti risultano fondamentali. Ma come eliminare germi e batteri, garantendo un ambiente il più possibile salutare per queste due utenze?

Asili e residenze per anziani, due mondi ad alto rischio di infezione

Asili nido e case di riposo sono in realtà due ambienti che presentano una serie di importanti caratteristiche comuni, a partire da un basso livello delle difese immunitarie dei loro ospiti.
A questo fattore si aggiunge l’organizzazione del tempo all’interno degli spazi: in entrambi i casi, infatti, le giornate vedono spesso gli utenti interagire, mangiare e passare il tempo all’interno di spazi comuni in cui vengono molto spesso anche a contatto diretto tra di loro.
Nel caso di un asilo, sia pubblico sia privato, il fenomeno è amplificato anche dal fatto che i neonati e i lattanti, per scoprire il mondo, toccano e mettono in bocca i diversi oggetti che li circondano. È facile intuire come la trasmissibilità di batteri e malattie trovi così terreno fertile e aumenti in modo esponenziale.
Un ulteriore fattore legato agli spazi comuni è dato dall’utilizzo dei servizi igienici. Il bagno è il locale in cui un soggetto contaminato (sia esso un bambino o un anziano) si recherà in caso di malessere, alzando così ulteriormente la carica batterica con cui l’utente successivo potrebbe venire a contatto.
Un elemento sempre più comune in questi spazi è inoltre il condizionamento dell’aria, il quale va periodicamente pulito e igienizzato per evitare il ricircolo dell’aria infetta all’interno dell’impianto di areazione stesso, che può favorire l’attacco dei virus.

 

Pulizia e igienizzazione: parole simili, ma con significati diversi.

Asili e case di riposo, abbiamo visto, sono ambienti ad alto rischio di proliferazione di microorganismi. Questo non significa assolutamente che i locali dove gli utenti passano la maggior parte del tempo siano sporchi. Semplicemente occorre fare una distinzione tra alcune parole il cui significato, anche se simile, viene spesso confuso: pulizia e igienizzazione o sanificazione.

Per pulizia si intendono tutti quei processi quotidiani utili per eliminare la polvere, i rifiuti, le macchie o, in generale, lo sporco più evidente: un aspetto di cui si occupano le imprese di pulizie incaricate. Con il termine sanificazione si passa invece a un livello di pulizia superiore, orientata verso l’eliminazione mirata dei microrganismi patogeni e che comprende disinfezione e risciacquo, un po’ come avviene in ambiente ospedaliero.
Nelle operazioni di sanificazione rientrano anche, nei casi più estremi, interventi di derattizzazione e disinfestazione per eliminare la presenza di animali infestanti (come topi e roditori), insetti (scarafaggi, cimici o formiche) e parassiti.
Consorzio Alveare è un utile alleato in tutti questi processi. Il nostro team di professionisti, grazie all’utilizzo di prodotti specifici per l’igiene e a tecniche di nebulizzazione dei prodotti, riesce a raggiungere tutti gli spazi da sanificare, anche quelli più nascosti o difficili da raggiungere, offrendo un risultato ottimale e duraturo.

Richiedi un preventivo gratuito al numero 331 873 6291, siamo a tua disposizione!